venerdì 6 settembre 2013

Recensione di "Tempesta di Spade"


Benvenutiiiiiiii!  Sono davvero indietro con le recensioni... help! Però sto cercando di recuperare e non devo nemmeno pensare a quanto tempo fa vi avevo promesso questa recensione, comunque... meglio tardi che mai!

Recensioni dei capitoli precedenti:

Titolo: Tempesta di Spade.
 Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Vol.5
Autore: George R. R. Martin
Editore: Mondadori
Formato: Brossura
Anno di pubblicazione: 2003
 Pagine: 475
  Genere: Fantasy
Prezzo di copertina: €10.00

TRAMA

Dopo la morte di re Renly Baratheon gli avversari che si contendono il Trono di Spade sono ridotti a quattro: il gioco di alleanze, inganni e tradimenti si fa sempre più spietato, sempre più labirintico, l'ambizione dei contendenti non ha limite. Sui quattro re e sui paesaggi già devastati dalla guerra incombe la più terribile delle minacce: dall'estremo Nord un'immane orda di barbari e giganti, mammut e metamorfi sta lentamente scendendo verso i Sette Regni. E con il 'popolo libero' dei bruti, un pericolo ancora più spaventoso si avvicina: gli Estranei, guerrieri soprannaturali che non temono la morte. Perché l'hanno già conosciuta... Ambientato in una terra di sinistra magia e violenza, ma anche di eroismo e passione, "Tempesta di Spade" è il quinto romanzo della saga "Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco": un ciclo di romanzi epici e avvincenti, un grandioso affresco fantasy dal ritmo coinvolgente e rapinoso.



RECENSIONE

“Tempesta di spade” riprende esattamente da dove eravamo rimasti ne “La Regina dei Draghi”.
Nella memoria dei personaggi riecheggiano ancora i ricordi della prima grande battaglia delle Rapide nere per il Trono di Spade, dove le stupefacenti fiamme verdi dell’Alto Fuoco si sono dimostrate determinanti: spettacolari e mortali, hanno distrutto e incendiato intere flotte segnando ancora una volta un punto a favore dei Lannister.
Intanto Robb Stark, erede di Grande Inverno, è stato proclamato “Re del Nord” dai suoi sudditi, ma le alleanze al nord sono incerte e il suo nuovo giovane regno potrebbe ora vacillare. Mentre al sud il nuovo Primo Cavaliere del re ragazzino, lord Tywin Lannister, si muove con astuzia progettando una fitta rete di nuove e promettenti alleanze.
“Tempesta di spade” si apre con uno stupendo duello di lingue taglienti come spade e velenose come serpi tra Tyrion, uscito vivo dalla battaglia ma orrendamente sfigurato in volto, e suo padre, lord Tywin, che ha pensato bene di soffiargli il posto di Primo Cavaliere ad Approdo del Re.
Intanto nella pagine di questo nuovo capitolo de “Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, si fa sempre più notare un personaggio che nei capitoli precedenti veniva appena citato: sto parlando di Melisandre, anche detta la “donna rossa”, braccio destro di Stannis Baratheon, considerato da alcuni l’erede legittimo al Trono di Spade, mentre per altri non è che un altro aspirante usurpatore e traditore.
Melisandre è una figura terribilmente interessante… non è ancora del tutto chiaro il suo ruolo chiave, ma è un perfetto mix tra una dark lady e una femme fatale. Un’abilissima ammaliatrice che ha stregato, probabilmente in senso letterale, cuore e mente di Stannis Baratheon. Conoscendo Martin, riserverà alla donna rossa un compito davvero importante per questa storia… qualcosa che, sono praticamente sicura, farà restare a bocca aperta i lettori!
E mentre continua il bellicoso scontro tra Nord e Sud, che cosa accade oltre il titanico muro di ghiaccio?
Finalmente gli Estranei, che fin’ora l’autore aveva ancora tenuto nell’ombra, un po’ realtà e un po’ leggenda, diventano una minaccia vera e propria per gli uomini in nero, ovvero i Guardiani della Barriera, i quali decidono di affrontarli una volta per tutte. Però queste mostruose entità, a metà strada tra uomini posseduti e non-morti, sembrano in netto vantaggio per ora: contro cosa stanno veramente combattendo i Guardiani?
Tenetevi forte perché in questo capitolo Martin ci svela un altro affascinante lato di questo mondo medievaleggiante “low magic”: oltre ai meravigliosi cangianti draghi di Daenerys, facciamo la conoscenza di altre creature fantastiche, come i giganti del Popolo libero, oltre la Barriera, e dei loro mammut! Tanta roba ragazzi!!!
Inoltre… sapete una cosa? L’autore, a parer mio, è riuscito a creare una delle cose più raccapriccianti che io abbia mai letto: l’esercito degli Immacolati. Soldati schiavi senza nome, provenienti da una terra costituita da mattoni, polvere e sangue. Non più uomini ma castrati dall’età di cinque anni; non più umani ma esseri addestrati per anni ad uccidere, all’obbedienza assoluta verso il loro padrone e null’altro. La migliore fanteria del mondo e sul mercato, perché non provano dolore, paura o piacere; non hanno sentimenti, non hanno vita al di fuori del loro dovere militare. È spaventoso! Ma provate a pensare se un esercito del genere esistesse veramente?
Ai limiti dell’immaginabile… ma non per George R.R. Martin.
Ciò di cui sono particolarmente contenta, è che in “Tempesta di spade” finalmente Daenerys inizia a tirare fuori veramente il carattere del drago… credo che cominci a piacermi! 
E dato che Martin ama sempre terminare i suoi capitoli in grande stile, in questo libro ci riserva un finale spettacolare grazie a Daenerys e ai suoi tre draghi… non fatemi dire altro!!!

 

5 commenti:

  1. Non mi sono ancora avvicinata a questa saga. Dovrò farlo prima o poi xD

    RispondiElimina
  2. E' sempre bella questa saga!! ^_^

    RispondiElimina
  3. Appena finito il libro, e sono corsa a leggere la tua recensione che avevo "conservato" tra i preferiti. Che dire... anche io ho trovato terribile l'esercito degli Immacolati, ed ancor di più i "Buoni" Padroni. L'ultimo capitolo è bellissimo, più di tutti gli altri che lo precedono messi insieme! Alla prossima! :)

    RispondiElimina
  4. p.s. Che bello, ma non mi ero accorta che mi avevi inserita tra gli amici della Locanda, grazie! (E grazie x il banner, prima o poi riuscirò a ricordarmi di farne uno XD ).

    RispondiElimina
  5. @Frannie: Io te la stra-consiglio!!!

    @Stefi: Si è vero! Io la adoro :-D

    @Carmen: Oh grazie carissima! Anche a me l'ultimo capitolo è piaciuto tantissimo... avrei voluto dire di più, ma avrei spoilerato troppo ^^
    Certo che sei tra gli amici della Locanda, le tue recensioni mi piacciono sempre molto ed è bello scambiarci pensieri sui libri =)

    RispondiElimina

 

blogger templates | Make Money Online